Novità

Viviparchi racconta... Capanna Regina Margherita

02/12/2020

  • 02/12/2020
  • Maria Rosa Tonolli
Conoscete la Capanna Regina Margherita?
 
Con i suoi 4.554 metri la Capanna Regina Margherita sorge sulla vetta della Punta Gnifetti, una delle punte più alte del Massiccio del Monte Rosa. Si tratta del rifugio più alto d’Europa nonché uno dei più alti osservatori fissi al mondo.
 
Quando e perché è stata costruita? E perché porta questo nome?
 
Il 14 luglio 1889 l’Assemblea dei delegati del Club Alpino Italiano approvava la proposta di Alessandro Sella di costruire un ricovero in alta quota per consentire ad alpinisti e scienziati di poter usufruire di un rifugio. Lo scopo della Capanna era duplice: dare un ricovero agli alpinisti ed offrire un punto d'osservazione scientifico privilegiato sul mondo delle alte quote, praticamente sconosciuto a quei tempi.
 
Dopo aver identificato per la costruzione una cima del massiccio del Monte Rosa, la Punta Gnifetti, si iniziò a costruire a Biella una capanna in larice, trasportata a dorso di muli e con molti portatori sulla vetta della montagna. Il 4 settembre 1893 veniva così inaugurata la Capanna ed osservatorio Regina Margherita a quota 4.554 m. L'assegnazione del nome fu dato perché fu proprio la stessa sovrana Margherita Maria Teresa, regina d'Italia, a raggiungere la capanna alcuni giorni prima ed a tenerla a battesimo.
 
Il Rifugio subì nel tempo alcuni lavori sia di manutenzione che di espansione. Nel 1902 si erano aggiunte due stanze, mentre in seguito fu costruito il secondo piano. Nel 1977 inizio la più recente ricostruzione che durò fino al 1980 quando la Capanna venne nuovamente inaugurata, mantenendo le funzioni di rifugio e osservatorio scientifico.
Da lassù il panorama è davvero incantevole!
 
🍀Nel Comprensorio Monterosa Ski, Viviparchi ha ben 5 stazioni sciistiche convenzionate con skipass gratuito per i bambini. Ecco i dettagli:
Antagnod
Champorcher
Estoul-Palasinaz
Gressoney Saint Jean
Alpe di Mera